Introduzione al linguaggio di programmazione oggetti Archicad.
Interfaccia editor. Scripts e loro ruolo:
master, 3D, 2D, parameter interface, property script.

La sintassi del GDL:
regole e convenzioni per la corretta codifica di un oggetto parametrico.

Parametri e variabili:
come definire parametri e variabili, come vincolarne i valori in intervalli o in liste e come nasconderli.
Le variabili globali.

Trasformazioni del sistema di riferimento:
come spostare e ruotare il riferimento per la modellazione dell'oggetto e tornare all'origine del sistema.

Primitive 3D
Forme base, forme 2D nello spazio, forme generate da polilinee, il comando per picture e gli elementi primitivi (vertici, bordi, poligoni, vettori e facce)
Forme derivate da polilinee.
Forme derivate da operazioni di taglio.
Introduzione ai gruppi ed alle operazioni tra solidi nel GDL.

Primitive 2D
Forme base, testi e proiezioni 2D del modello 3D

Editazione grafica tramite hotspots:
come rendere l'oggetto modificabile tramite l'utilizzo di hotspot grafici direttamente dallo spazio modello.

Testi:
utilizzo di testi semplici, di blocchi di testo e del comando paragrafo.

Gestione degli attributi degli elementi:
Come regolare la definizione degli elementi curvilinei tramite direttive per lo script 3D e 2D.
Definizione di materiali, texture, retini, tipi linea e stili di testo.

Interfaccia:
gestione dell'elenco parametri e definizione di interfaccia multipagina associando campi testo, campi parametro e immagini.

Operatori, espressioni e funzioni.

Controllo dell' esecuzione:
strumenti di scelta e implementazione di cicli di controllo, subroutines e utilizzo del buffer di memoria.
Definizione di oggetti macro.

Analisi codice autogenerato da ArchiCAD.

Durante il corso verranno sviluppati alcuni oggetti come appoggio alla didattica.